prezzi energia elettrica
  1. Homepage
  2. Gruppo
  3. Per saperne di più
  4. Prezzi energia elettrica

Prezzi energia elettrica

Clienti domestici

Nel 2018, a fronte di aumenti nell’Area euro dei prezzi lordi per tutte le classi di consumo (vedi Fig.1.12) i prezzi italiani sono cresciuti solo per la seconda e per la terza classe, rispettivamente del +2,8% e del +0,4% (contro il +2,4% e il +1,5% delle stesse classi per l’Area euro).

La prima e ultima classe di consumo italiane presentano invece diminuzioni, a fronte di corrispondenti aumenti nell’Area euro (-3,9% contro +5,2%, -3,3% contro +0,4%).

Clienti industriali

Nel 2018 si sono confermate le dinamiche in atto ormai dal 2015, primo anno in cui i clienti industriali di energia elettrica del nostro Paese non hanno pagato prezzi più elevati dei loro omologhi nei principali paesi europei, per tutte le classi di consumo.

Anzi, nel 2018 sono aumentate rispetto all’anno precedente le classi per le quali i prezzi italiani risultano tra i più bassi: oltre a tutte quelle dei clienti industriali tedeschi, le ultime tre classi di consumo del Regno Unito, la prima e l’ultima della Spagna; e questo mentre i prezzi italiani dell’ultima classe di consumo sono diventati più convenienti anche rispetto all’Area euro (-12%). Solo rispetto alla Francia i prezzi italiani si mantengono più elevati.

Particolarmente interessante risulta il caso della prima classe di consumo (< 20 MWh/a) che tra il 2017 e il 2018 mostra una piccola riduzione del prezzo medio, a fronte del netto aumento che caratterizza gli altri paesi europei e la media dell’Area euro.

*I grafici e le elaborazioni provengono dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (fonte ARERA-rel. Annuale 2019).

Si informa che questo sito utilizza solo cookie di terze parti. Pertanto, lo stesso non utilizza cookie proprietari per inviare messaggi pubblicitari agli utenti. Qualora desideriate continuare la navigazione di questo sito, si richiede di accettare l’utilizzo dei cookie. Leggi di più

OK